martedì 27 settembre 2016

#una notte



Una notte


Serata scialba, qualche sigaretta
un calice di vino, la tv
qualche occhiata, con molta timidezza
qualche sorriso, un po' di tenerezza.
Ma poi venne la notte
e nella stanza, senza far rumore
entrò anche l'amore.
Nel cuore avevo i fuochi artificiali
nella testa le musiche più belle
dalla finestra complici le stelle.
La sua mano pian piano mi scoprì
i piedi le ginocchia il ventre il seno
carezzandomi adagio mi rapì
e l'amore ci vinse, ci costrinse
legando i nostri corpi coi suoi lacci.
E fu così che quella notte
senza far rumore, celebrammo l'amore.
Mariella M.





Poesia scritta qualche (!!!) anno fa.



Nessun commento:

Posta un commento