sabato 1 dicembre 2018

Mattina di dicembre




Mattina di dicembre
un po di sole
si fa strada nel grigio
mi carezza e riscalda.
Grata mi affaccio
e ammiro
le poche foglie indomite
che restano sui rami.
Presto sarà Natale
col suo finto splendore
ma le lucette elettriche
non mi riscalderanno
perché  sono fasulle
allegre e belle
ma ahimè senza calore.


giovedì 22 novembre 2018

biancoenero




Vorrei riuscire a raccontare
quello che vivo e penso,
quello che agita la mia emotività
e mi fa fragile e triste, oppur dubbiosa.

IL NERO.
Giorni inquieti, tutto è follia:
omicidi, torture, sciagure naturali
malaffare imperante, politica insensata
e malattie, sofferenza e dolore.

IL BIANCO
Poi ogni tanto un raggio,
un mattino di sole che riscalda
una notizia bella di umanità e coraggio
una persona buona e generosa.

E la mia mente incasinata e buia
si illumina, si accende,
nasconde in un cantuccio la tristezza
e rilassata, infine, cede all'allegria.

lunedì 29 ottobre 2018

Vento d'ottobre




Assurda
questa fine di ottobre:
ieri era autunno mite
rose e oleandri
ancora in fioritura
un po' di pioggerella,
ma leggera
e poi l'arcobaleno.
E colori stupendi
il rosso e l'oro
e nuvole fantastiche
nel cielo
che parevano
fatte da un pittore.
Oggi diluvio
ed un vento pazzesco
forte, esagerato
che fischiando
si prende e fa volare
tutte le cose.
I rami del mio albero
piegati e mossi
in una danza strana
frenetica e paurosa.
E ancora vento vento
vento furioso
che sibilando
porta via ogni cosa.

venerdì 12 ottobre 2018

Ottobre




Ottobre.
Il cielo è  grigio,  
appena illuminato 
da una goccia di sole,
lo guardo 
e sogno di volare,
andare oltre la nebbia 
oltre le nubi 
aggrapparmi a una stella 
o chiedere un passaggio 
a un aeroplano...
e guardare di sotto 
come se fossi un drone. 
Tuffarmi, veleggiare,
fare foto, danzare 
poi risalire
cercar l'arcobaleno
e nuotare
tra colore e colore 
cantando a perdifiato 
una storia d'amore.

giovedì 4 ottobre 2018

#Vuoto



Vuoto il mio cuore,
spenta la mia mente,
mi guardo intorno
senza più  vedere.
Esisterà un futuro?
Ripenso ai giochi
lieti di bambina
ai primi amori
ai compiti di scuola
ai miei figli piccini
baci e sorrisi
giornate piene
e a volte  faticose
ma mi sentivo viva.
Ora è rimasto
il vuoto. Solamente.

martedì 25 settembre 2018

Una telefonata


Una telefonata
piena di nostalgia:
la tua voce...la mia,
e dopo la follia.
Malinconia, rimpianto, 
forse rimorso?
E intanto
la tua voce diceva
che ti manco
e che a volte la sera
cerchi la mia mano,
ma sei troppo lontano.
Rimango qui, da sola,
e mi girano attorno
desideri, illusioni
sarabanda di suoni
emozioni improvvise;
i neuroni confusi
mi stringono la testa
e una voce sussurra:
è tardi per far festa.

giovedì 20 settembre 2018

#minestrone



Sogni e speranze
un grammo di illusione
imbrogli nefandezze
gesti d’amore
compassione infinita.
Si mescola e si aggiunge
piano piano
qualche menzogna
e qualche tradimento,
un po’ di tenerezze 
in un miscuglio strano.
La solita ricetta
di questo minestrone
che noi chiamiamo  VITA.
Fatta di bene e male
e lo dovrai sorbire 
in fretta o piano piano
che tu sia un sovrano
o un comune mortale.

Informazioni personali

La mia foto

Sono nata a FIRENZE nel 1940 da genitori fiorentini. Sono una vecchiaccia, pensionata, e vivo da poco, e spero per poco, in un piccolo paese abbastanza anonimo in provincia di Bologna.