giovedì 14 settembre 2017

#qualcosa si può fare




E pioggia
e vento e sole,
e i suoni e i rumori
e le parole… troppe.
E' un mulinare folle
nel mio  cervello stanco:
l'acqua che scroscia
e uccide
il vento che distrugge.
E la gente che uccide.
Confusa ascolto
le tragiche notizie;
forse impazzisco
ma non riesco a capire..

Intanto i bimbi giocano
ignari del domani
e fanno il girotondo
stringendosi le mani:
sono loro il domani
loro son la speranza
e se sapremo
insegnargli ad amare
forse qualcosa 
ancora si può fare.

Informazioni personali

La mia foto

Sono nata a FIRENZE nel 1940 da genitori fiorentini. Sono una vecchiaccia, pensionata, e vivo da poco, e spero per poco, in un piccolo paese abbastanza anonimo in provincia di Bologna.