lunedì 21 agosto 2017

…e ferragosto tace.




Sole bruciante 
sulla mia pelle bianca. 

Turisti ovunque, 
almeno oggi...
Bambini, gente lieta, 
cagnolini festosi
Musica e risate.
La fila al bar .
Mi rifugio in pineta, 
un poco defilata
e solitaria.
Ci sono ombra e verde 
aghi e pigne per terra. 
Voci distanti 
e rumor di risacca 
e tanta pace.
Qui finalmente 
il ferragosto tace.

Nessun commento:

Posta un commento